Videoispezione fognature Roma

HomeVideoispezione fognature Roma

Videoispezioni fognature Roma: siamo esperti in questa disciplina per scoprire qualsiasi problema presente sulla tua rete fognaria.

Di seguito ti forniamo alcune indicazioni utili su come svogliamo questo servizio. e quali sono gli strumenti utilizziamo.

contatta autospurgo a Roma

Videoispezione fognature Roma: perché si fa?

La nostra ditta di autospurgo dispone di numerosi apparecchi di videoispezione all’avanguardia che ci permettono di risolvere ogni problema. Questo tipo di apparecchiatura è fondamentale per fare un’indagine preliminare e capire esattamente la natura del problema. Inoltre la rete fognaria spesso è anche molto lunga. La videoispezione della fognatura ci permette di risalire al posto esatto in cui vi è un’ostruzione.

I sistemi di videoispezioni non sono utilizzati solo per fogne o scarichi civili/industriali, ma anche per canne fumarie e altri tipi di tubature. Le telecamere utilizzate per i camini hanno una testina rotante munita di telecamera in grado di agevolare i controlli dello spazzacamino sia per interventi dal basso sia dall’alto.

La videoispezione, in generale, è usata durante lo spurgo di fognature, perché permette di vedere un eventuale stato di dissesto delle tubature, mettendo in luce la presenza di lacerazioni o ostruzioni lungo il perimetro.

telecamera

Videoispezione fognature Roma: modernità e tecnologia

Le strumentazioni per l’ispezione delle fognature sono state create per essere utilizzate anche in situazioni difficili.
Due sono le caratteriste che dovrebbero avere:

  • solidità
  • trasportabilità

La solidità è cruciale per le condizioni estreme in cui vengono impiegate, la trasportabilità, invece, per consentire agli addetti ai lavori di averle sempre a disposizione.
Questi sistemi sono in grado si adattarsi a ogni tubatura e sono di diverso tipo. In commercio si trovano ad esempio:

  • sistemi a valigetta: una vera e propria valigetta in cui sono riposti i vari apparati. Al suo interno è possibile trovare la telecamera principale (o altri strumenti per la videoregistrazione), il microfono, i ganci, i cavetti, le corde di metallo per le immersioni e molto altro ancora. Elementi importanti dei sistemi a valigetta sono la maneggevolezza e la leggerezza.
  • sistemi con carrello: questi sono usati per gli interventi gravosi in cui non è facile per gli addetti ai lavori raggiungere determinate aree. Sono dei veri e propri robottini muniti di carrello con ruote. Un punto a sfavore di questi sistemi è che spesso sono pesanti o comunque complicati, devono essere usati da esperti e sono ovviamente molto costosi per le aziende.
  • sistemi con telecamere a serpente: sono usati quando all’interno del perimetro esaminato ci sono delle diramazioni. È possibile dirigere dall’esterno la telecamera posta sulla testina del serpente attraverso un vero e proprio joystick.
videoispezione fognature Roma

Videoispezione fognature Roma: il ruolo dell’informatica

Tutte queste macchine sono collegate a software molto sofisticati, ma con output semplici, in grado di fornire report assai dettagliati e di grande precisione. Le telecamere per l’ispezione delle fognature sono in grado di registrare video, audio e raccogliere foto a colori alle massime risoluzioni. Il software fornisce, inoltre, una mappatura completa delle aree in esame, indicando con massima chiarezza ogni particolare. Il resoconto che sarà fornito assicurerà al cliente la massima professionalità della ditta e permetterà a quest’ultima di pianificare un intervento in modo ottimale e mirato.

In conclusione possiamo dire che noi utilizziamo gli strumenti tecnologici più innovativi per migliorare la qualità della vita e snellire il lavoro . Da molti anni ormai i grandi ingegneri impegnati nella ricerca tecnica si stanno impegnando per trovare delle soluzioni sempre più all’avanguardia e utili agli esseri umani.

Le strumentazioni per la videoispezione delle fognature ha permesso anche di evitare a molti di fare un lavoro scomodo e poco igienico. In assenza di queste apparecchiature, infatti, toccava agli impiegati dell’azienda di autospurgo immergersi nelle cavità fognarie o operare in assenza di dati certi sul punto esatto di un eventuale danno.